30 Maggio 2024
Recensioni

Loretta Malandrin – coordinatrice SPDC

Cercavo un testo che non fosse il solito libro dove trovare concetti puramente teorici rispetto la salute mentale ma, al contrario, un testo dove, a raccontarsi, fossero i pazienti stessi o i familiari.

Ed ecco “Psichiatria da protagonisti”, un libro che si fa leggere molto volentieri e dove a parlare sono gli utenti stessi, i familiari e tutti quelli che hanno o hanno avuto bisogno dei servizi messi a disposizione dal dipartimento di salute mentale.

La risposta ai bisogni deve partire considerando l’ utente prima di tutto ed i familiari, chi vive la quotidianità fuori dall’ ospedale ogni giorno e si trova a dover gestire situazioni che molte volte diventano troppo impegnative. I servizi devono considerare tutto questo e soprattutto porsi la domanda “se fossi io in quella situazione? Sarei in grado di viverla ogni giorno? Cosa chiederei per rendere la mia quotidianità, e quella di chi mi sta vicino, dignitosa di essere vissuta?”.

Ecco in questo libro a parlare è il “sapere esperienziale“, importantissimo, fondamentale e assolutamente indispensabile nel contribuire a dare le giuste risposte ai bisogni di chi vive l’esperienza, non facile, del disturbo mentale.

Un testo consigliato a chi lavora all’interno dei servizi del dipartimento di salute mentale ma non solo, a tutti quelli che vivono esperienze difficili ma che si sono abituati a soffrire in silenzio affinché si sentano capiti e trovino il coraggio di chiedere tutto ciò che è giusto avere e, per finire…

Un testo che aiuta a dar voce a chi, spesso, deve chiedere il permesso per poter parlare. 

Loretta Malandrin – coordinatrice del reparto di Psichiatria di Legnago (Ulss 9)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *